Scuola, Stella (FI): "A Firenze 2.000 cattedre vacanti, grave mancanza di serietà verso alunni e famiglie"

Duemila cattedre vuote, che ancora devono essere assegnate ai supplenti. Non è certo un bel biglietto da visita quello con cui la scuola si presenta alle famiglie e agli alunni fiorentini. Questa è una grave mancanza di serietà, aggravata ulteriormente dal fatto che non si sa ancora con certezza quando partiranno le nomine dei supplenti, siamo ancora in alto mare, dicono gli esperti. Chi risponderà per questa inefficienza?". E' quanto chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio Firenze 1.

"Solo alle secondarie di primo e di secondo grado inizia l'anno scolastico con ben 822 cattedre scoperte - sottolinea Stella -. Mancano docenti di Italiano, Matematica e Lingue, e a Firenze i ruoli assegnati per le secondarie sono stati appena 57, su un totale di 879 posti disponibili. Essendo le graduatorie esaurite e non essendoci altri concorsi in vista, il rischio concreto è che manchino i professori con i requisiti necessari per l'assunzione. La situazione è davvero caotica, il Ministero e l'Ufficio Scolastico Regionale hanno mostrato di essere inadeguati".


Firenze, Stella (FI): "Preoccupa crescita baby gang. Comune immobile, al Pd sicurezza non interessa"

A Firenze il fenomeno delle baby gang sta diventando sempre più preoccupante. Ormai non passa giorno senza che bande di ragazzi giovanissimi compiano gesti criminali ai danni di altri ragazzi, o di persone indifese, provochino risse e facciano gesti vandalici. In alcune zone della città questi episodi vanno avanti da mesi, senza che ci siano state reazioni repressive da parte della polizia municipale e dell'assessorato preposto. Purtroppo alla sinistra e al Pd la sicurezza non interessa, e questa ne è solo una delle tante prove". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio Firenze 1.
"In centro c'è una baby gang composta da decine di adolescenti - ricorda Stella - che importunano e minacciano i passanti, vandalizzano i muri e i palazzi storici di piazza Strozzi e aree limitrofe. A Campo di Marte un'altra baby gang picchia e bullizza i coetanei ai giardini, compie scippi e rapine. A Firenze la situazione sul fronte degrado e sicurezza è ormai fuori controllo, e non da ora. Il territorio va presidiato in maniera capillare giorno e notte. Per questo riteniamo cosa gravissima lo smantellamento del servizio del vigile di quartiere, operato dalla Giunta Nardella".
"Le forze dell'ordine - aggiunge il vicepresidente dell'Assemblea toscana - stanno svolgendo un lavoro eccellente e fanno quello che possono, ma è chiaro che servono aumenti di organico e incentivi economici, riconoscendo al comparto le necessarie dotazioni finanziarie utili a garantire livelli di sicurezza adeguati alle esigenze dei cittadini e alle crescenti situazioni di criminalità che si verificano quotidianamente. Chiediamo a Palazzo Vecchio di reintrodurre immediatamente il servizio del vigile di quartiere, potenziandolo".


Toscana, Stella (FI): "Solidarietà a Salvini, certa sinistra alimenta clima d'odio"

"L'aggressione al leader della Lega Matteo Salvini, oggi a Pontassieve, è un gesto gravissimo. Purtroppo c'è poco da stupirsi, una certa sinistra alimenta un clima continuo di odio e di intolleranza verso i partiti del centrodestra, e le conseguenze non possono che essere queste. Al segretario della Lega va la nostra incondizionata solidarietà". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio Firenze 1.


Covid, Stella (FI): "Ataf conceda rimborsi abbonamento anche a pensionati, discriminazione inaccettabile"

Ataf conceda i rimborsi per gli abbonamenti non fruiti durante il lockdown anche ai pensionati. Non si capisce il motivo per cui l'azienda di trasporti pubblici dell'area fiorentina abbia concesso, giustamente, il rimborso a studenti e lavoratori, e abbia omesso il risarcimento per la categoria dei pensionati. Si tratta di una discriminazione inaccettabile, che tra l'altro va a colpire persone che in molti casi hanno difficoltà economiche". Lo chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio Firenze 1.
"Visto che le domande per presentare la richiesta scadono il 15 ottobre - ricorda Stella - chiediamo ad Ataf di ammettere tra i soggetti destinatari del rimborso anche i pensionati. I vertici dell'azienda ci spieghino le ragioni di questa scelta infelice". Le richieste, al momento, possono essere fatte da chi aveva un abbonamento mensile a marzo 2020 oppure trimestrale o annuale acquistato entro il 9 marzo 2020, e che a causa del Coronavirus è stato inutilizzato. Il rimborso riguarderà il periodo dal 5 marzo al 10 giugno 2020 per gli studenti, e per gli altri abbonamenti dal 10 marzo al 17 maggio 2020.


Firenze, Stella (FI): "Firenze sarà invasa da nuovi autovelox con limite 30 km/h, è una vergogna"

Firenze verrà invasa a breve da nuovi autovelox che potranno essere collocati anche sulle vie urbane che non siano grandi arterie di scorrimento o viali, e con una velocità massima di 30 km/h. Trovo vergognoso che i Comuni, e il Comune di Firenze in particolare, in un momento grave per l'economia come quello attuale, spendano i soldi pubblici per acquistare decine di nuovi autovelox, e pensino solo a fare cassa tramite le multe, invece di aiutare economicamente cittadini e imprese messi in ginocchio dal Covid". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio di Firenze 1.
"La norma - ricorda Stella - è contenuta nel decreto Semplificazioni votato il 4 settembre al Senato, e che dopodomani andrà alla Camera per l'approvazione. Crediamo che sia una norma sbagliata. E comunque, prima di applicare queste nuove disposizioni, ci vorrà un decreto del prefetto; e poi il sistema dev'essere omologato e tarato annualmente. Non solo: come ha stabilito la Cassazione, ci si deve riferire a entrambe le corsie di marcia, altrimenti il rilievo è impugnabile. Trovo che sia veramente inaccettabile questa volontà dei Comuni di fare cassa sulle spalle dei cittadini fingendo di preoccuparsi per la sicurezza stradale. In realtà l'obiettivo è rimpinguare l'Erario comunale, come dimostrano le 400 multe in dieci giorni comminate da quando sono cambiate le norme di accesso alla ZTL".


Regionali Toscana, Nuovo Psi Firenze: "Voto a Ceccardi e a candidati liste Forza Italia"

I socialisti del Nuovo Psi di Firenze invitano a votare per Susanna Ceccardi Presidente della Regione Toscana, e a dare il voto di lista nei quattro collegi di Firenze a candidati di Forza Italia. Lo annuncia il coordinatore provinciale del Nuovo Psi di Firenze, Mario Poneti. "I socialisti liberali del Nuovo Psi della Provincia di Firenze, riaffermando lo storico impegno a sostegno dei moderati, riformisti e liberali del centrodestra già dalla discesa in politica del Presidente Berlusconi, al quale inviamo un sincero e mai abbastanza grato augurio di pronta guarigione - scrive Poneti in una nota - certi che gli ideali del riformismo e della pratica del buon governo socialista siano mai come adesso necessari anche nella nostra Toscana ormai da troppo tempo malgovernata da una sedicente sinistra drammaticamente lontana dalle problematiche della gente e del lavoro, da orgogliosi, autentici e ostinati craxiani invitiamo a votare il 20 e 21 settembre per Susanna Ceccardi Presidente della Regione Toscana, e le liste di Forza Italia". Nello specifico, il Nuovo Psi invita a sostenere i candidati forzisti Marco Stella nel collegio Firenze 1; Giampaolo Giannelli nel collegio Firenze 2; Simone Testai nel collegio Firenze 3; Luca Carti nel collegio Firenze 4.


Firenze, flash mob Forza Italia Seniores con Stella: "Tutelare diritti degli anziani"

Un flash mob in piazza Duomo a Firenze, davanti alla sede della Regione Toscana, per chiedere alle Istituzioni di tutelare i diritti degli anziani. A dar vita alla manifestazione, i militanti di Forza Italia Seniores capitanati dal responsabile regionale toscano Gianfranco Sangaletti e dal responsabile nazionale Seniores, senatore Enrico Pianetta. Ha preso parte al flash mob il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali per il collegio Firenze 1.

"Forza Italia Seniores - hanno spiegato Sangaletti e il senatore Pianetta - denuncia lo stato di abbandono istituzionale verso la terza età, lasciata con servizi sanitari inadeguati, prestazioni assistenziali insufficienti, non tutelata nella sicurezza, con inutili e insopportabili procedure burocratiche, che non consentono a tanti di partecipare attivamente allo sviluppo delle nostre comunità, senza contare l'aggressione alle pensioni, unica forma di sostentamento per chi non è più in età lavorativa".

Pertanto, F.I. Seniores chiede l'istituzione di un "Garante per la Terza Età a livello nazionale e regionale; un Ministero per la Terza Età e - sottolineano gli azzurri - l'Assessorato per la Terza Età nelle Regioni e nei Comuni capoluogo; l'inserimento in Costituzione delle parole: 'La Repubblica tutela la persona anziana e promuove le misure per tutelarla'; la restituzione degli scippi per la mancata perequazione delle pensioni, sancita dalla Corte Costituzionale con la sentenza 07/2015; l'approvazione del disegno di legge a tutela delle persone anziane che subiscono truffe".

Stella, dal canto suo, ha assicurato che farà proprie le richieste dei Seniores per quanto riguarda le tematiche di competenza regionale, in particolare per l'istituzione di un Garante regionale e un Assessore regionale per la Terza Età, "figure - ha spiegato il vicepresidente dell'Assemblea toscana - che possano seguire con attenzione le problematiche peculiari degli anziani".


Firenze, Stella (FI): "Per hotel e ristoranti introiti in calo del 70%. Uniti con categorie nel chiedere ZES"

Per hotel e ristoranti di Firenze e della Toscana, quella che si sta per concludere è stata un'estate da incubo, con introiti in calo del 70%, e previsioni ancora più fosche per l'autunno, con solo il 12% delle stanze occupate. In queste ore mi sto incontrando e sto contattando le associazioni di categoria, per chiedere al Governo la creazione a Firenze di una ZES, la Zona Economica Speciale, che consente agevolazioni fiscali e semplificazioni degli adempimenti, sia per le nuove imprese che per quelle già esistenti. La situazione è drammatica, un numero sempre crescente di attività rischia di fallire nel breve-medio periodo". Lo chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali nel collegio di Firenze 1.

"Strutture ricettive vuote, alberghi in difficoltà, con un'occupazione delle camere che, sulle strutture aperte, si è attestata al 30% - ricorda Stella, citando i dati di Firenze -. L'assenza di turisti ha travolto tutte le attività del centro, dove la ristorazione ha perso il 70% del fatturato rispetto all'estate 2019. Dobbiamo combattere per ottenere la ZES per la nostra città travolta da una crisi senza precedenti. Molte attività commerciali non hanno ancora riaperto e le associazioni di categoria stimano che il 30% chiuda definitivamente nei prossimi mesi".

"Non possiamo stare a guardare, oltre al Governo (che ha dato poche briciole), anche la Regione Toscana - è l'invito di Stella - nel frattempo deve intervenire subito con aiuti a fondo perduto per i ristoratori e le loro attività. Il PIL toscano nel 2020 segnerà un - 9%, e si calcola una perdita di 100.000 posti di lavoro, di cui almeno 29.000 in ambito turistico (dati Irpet). Purtroppo il 70% dei ristoratori non ha avuto sconti sull'affitto del fondo, solo il 25% ha raggiunto un accordo e può beneficiare di una significativa riduzione del canone di locazione. Servono aiuti economici concreti e immediati, che consentano ai ristoratori di respirare. Accanto a queste iniziative, dobbiamo fare squadra e chiedere l'istituzione della ZES a Firenze".


Firenze, Stella (FI): "Pericolose nuove piste ciclabili, sono un attentato alla vita dei ciclisti"

Sono iniziati i lavori per la realizzazione di 17 km di nuove piste ciclabili a Firenze. Un'iniziativa lodevole, peccato che i primi chilometri realizzati rasentino la follia e l'incoscienza, e mi chiedo chi sia il progettista. Le piste ciclabili in via Poggio Bracciolini passano accanto e 'chiudono' i parcheggi per le auto, in piazza Gavinana il tracciato addirittura è in mezzo alla corsia per le auto e sfiora la rotatoria". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia alle elezioni regionali, nel collegio Firenze 1.

"Problemi simili ci sono anche in zona Viale Redi e in viale Nenni - denuncia Stella -. Si tratta, e a Gavinana questo è particolarmente evidente, di progetti pericolosi per i ciclisti in primis, che infatti hanno paura a utilizzare il tracciato; ma sono pericolosi anche per gli automobilisti, che giustamente non sanno come comportarsi davanti a piste ciclabili che improvvisamente si trovano in mezzo alla carreggiata. Chiediamo al Comune di Firenze di rifare subito i progetti, rendendoli adeguati e sicuri per tutti. Noi siamo per le piste ciclabili e una mobilità sostenibile, ma i tracciati devono essere fatti in sicurezza, con una manutenzione costante".


Scuola, Stella (FI): "Regione e Comuni trovino spazi per supplire alla mancanza di aule"

Diversi genitori ci stanno chiamando preoccupati, perché le scuole frequentate dai loro figli hanno già comunicato alle famiglie che la didattica riprenderà in modo irregolare, con lezioni in presenza a settimane o giorni alternati. Purtroppo le indicazioni del ministero dell'Istruzione fanno ricadere ogni responsabilità sui presidi, che sono costretti a prendere decisioni come quelle che stanno prendendo diversi dirigenti scolastici fiorentini e toscani. Chiediamo agli enti locali di intervenire per risolvere questo problema cruciale per la vita delle famiglie". Lo chiede il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, capolista di Forza Italia nel collegio di Firenze 1.

"Regione Toscana, Comuni, Demanio - sottolinea Stella - hanno centinaia di palazzi, edifici in disuso o sottoutilizzati, che potrebbero essere fruiti (previo accordo con Miur e Direzione Scolastica Regionale) dalle scuole che hanno necessità di spazi maggiori, per poter tenere le lezioni. E' una soluzione semplice e ragionevole. E' inaccettabile far passare a famiglie e allievi un altro anno scolastico come quello appena trascorso. Chi si occupa dei bambini, in particolare quelli più piccoli, nei giorni o nelle settimane in cui saranno costretti alla didattica da casa? Servono risorse per aiutare i genitori, a cominciare dal bonus baby sitter, ma soprattutto bisogna scongiurare il ricorso alla Dad".